RIMOZIONE DISCROMIE CUTANEE

Le macchie cutanee sono zone della pelle che si presentano più pigmentate rispetto alla cute circostante, rappresentando un inestetismo cutaneo molto frequente che colpisce sia uomini che donne.
Si tratta di macchie marroni che possono comparire in qualsiasi parte del corpo e che rendono la pelle meno luminosa. In particolare le discromie compaiono più frequentemente sul viso, braccia, decolletè e dorso delle mani. Queste sono le zone più colpite perché sono quelle maggiormente esposte al sole e, soprattutto il viso, è molto sensibile ed è spesso soggetto ad infiammazioni.
Le discromie cutanee si possono formare per svariati motivi.
Il principale è l’invecchiamento oltre all’incontrollata esposizione al sole, alle lampade solari, agli sbalzi ormonali o all'uso di alcuni farmaci.

Il laser rappresenta un metodo valido per la rimozione delle macchie. Tuttavia, è importante ricordare che, prima di iniziare qualsiasi trattamento, è consigliabile sottoporsi a visita medico specialistica al fine di accertare che la metodica laser sia quella più adatta per l'eliminazione dell'inestetismo in esame.
La tecnologia più efficace, comunque, per la rimozione delle macchie scure sulla pelle rimane il laser Q-Switched. E' lo stesso laser che viene utilizzato per l’eliminazione dei tatuaggi che, con l'ausilio di un particolare manipolo, genera risultati superiori alla media nel campo dell'eliminazione delle discromie cutanee.
Il laser Q-Switched opera direttamente sulla macchia senza danneggiare il tessuto cutaneo circostante.
Terminato il trattamento, sulla zona interessata apparirà una piccola crosticina che sparirà dopo qualche giorno. In un primo momento la pelle, completamente rigenerata, avrà un colorito roseo ma, nell’arco di 20 /25 giorni, raggiungerà il colorito del tessuto circostante.