RIMOZIONE E SCHIARIMENTO TATUAGGI

Il sole 24 ore ha stilato la classifica dei lavori artigiani in crescita nell'ultimo quinquennio. In questa classifica c'è un mestiere o un'arte sempre più professionale, quella dei tatuatori che con oltre 4.000 nuovi artigiani fanno capo al settore dei servizi alla persona, facendo registrare la maggior crescita dell'ultimo quinquennio. Ormai quando si parla di tatuaggi non si parla più di un segno sulla pelle che contraddistingue una sottocultura o un gruppo particolare. Oggi il tatuaggio è diventato arte.
Accanto a questa esponenziale crescita, crescono anche i servizi ad essi connessi come, ad esempio, i servizi medico dermatologici di rimozione o schiarimento dei tatuaggi.
Parliamo dunque del Tattoff, ovvero le metodiche della rimozione dei tatuaggi e del Tattoo Changing, quale schiarimento del vecchio tatuaggio che poi verrà modificato dal proprio tatuatore di fiducia.
In tutti i casi in cui è necessario intervenire su un tatuaggio, il trattamento laser è la migliore soluzione: i laser di ultima generazione non producono sostanze tossiche trattandosi solo di emissione di luce coerente. Anche il rischio di cicatrici è inesistente: la tecnologia laser è nata proprio per superare e risolvere il problema delle cicatrici che sempre comparivano con l’uso di altre metodologie.
Il Poliambulatorio Maniace utilizza il laser Helios II Q-switched ND:YAG .

Ma in che modo avviene l’eliminazione?

l'eliminazione avviene grazie all'azione del laser Q-switch che colpisce efficacemente i pigmenti del tatuaggio senza aggredire e danneggiare la cute. L'eliminazione del tatuaggio o l'effetto dello scolorimento non è immediatamente evidente dopo la seduta. Da quel momento e nei giorni successivi sarà necessario occuparsi della parte trattata così come indicato dal medico che ha eseguito il trattamento. Già durante la seconda settimana sarà possibile notare lo scolorimento della parte trattata che continuerà a perdere colore durante le settimane successive ”. L'eliminazione richiede di solito diverse sedute, con un arco temporale minimo di 30 - 40 giorni l'una dall'altra.

Quante sedute sono necessari per eliminare un tatuaggio?

Purtroppo non è possibile stabilire anticipatamente il numero di sedute richieste per la rimozione di un tatuaggio ma, da uno studio della nostra casistica, possiamo affermare che la nostra metodica permette di avere dei risultati eccellenti senza andare gravare sul numero delle sedute. I fattori che incidono in questa fattispecie sono molteplici, tra tutti il tipo di colore utilizzato e la profondità dell’inchiostro nella pelle, notizie che non sono date sapere.

Il trattamento è doloroso?

Durante i trattamenti non si avverte vero e proprio dolore ma fastidio, una sensazione simile a quella che si prova quando si è colpiti da un elastico. Eventualmente si può usare una crema anestetica che viene applicata prima della seduta.

Cosa bisogna fare dopo il trattamento?

Nei giorni seguenti al trattamento possono formarsi, nella peggiore delle ipotesi, crosticine, gonfiore, bruciore e prurito. Queste sono tutte reazioni normali e scompariranno nel giro di qualche giorno.
E’ opportuno, dunque, seguire le indicazioni del medico che ha eseguito il trattamento che potrà prescrivere, a seconda dei casi, l'applicazione una pomata antibiotica sull’ area trattata piuttosto che altro al fine di ottenere una veloce guarigione dell'area. E' raccomandabile non esporsi al sole, a lampade abbronzanti, evitare calore eccessivo (sauna, bagno turco).
E’ necessario proteggere con una garza o cerotto l’area trattata.